Laghi e Fiumi in Italia

L’Italia, oltre ad essere circondata dal mare, presenta una ricca presenza di acque internet, soprattutto al nord e nel centro-nord. L’idrografia italiana si compone quindi anche di numerosi fiumi e di laghi, che colpiscono più per la loro quantità, più che per la grandezza, sebbene alcuni di questi si caratterizzano anche da una importante lunghezza o superficie.

Fiumi italiani

La presenza degli appennini, la catena montuosa che fa da “spina dorsale” alla penisola, non ha consentito ai fiumi di spaziare tra i versanti opposti. Tuttavia, i fiumi italiani sono numerosi, soprattutto nel nord, per via della catena delle Alpi, molto ricca di nevai e di ghiacciai, che con il loro scioglimento offrono preziose riserve d’acqua per tutto l’anno.

Il fiume più lungo e importante d’Italia è il Po. Lungo 652 km, nasce sul Monviso (in Piemonte) e percorre tutta la Pianura Padana, muovendosi quindi da ovest verso est, fino a sfociare con un delta nel Mare Adriatico, che bagna per l’appunto le regioni orientali della penisola.

Il secondo fiume più lungo è l’Adige. Lungo 410 km, nasce nei pressi del Lago di Resia e sfocia nei pressi di Chioggia, più a sud, anch’essa sul Mare Adriatico.

L’unico grande fiume a sfociare nel Mar Tirreno è il Tevere. Lungo 405 km e importante per essere il fiume che bagna Roma, nasce dal Monte Fumaiolo in Emilia Romagna.

Seguono il fiume Adda (il più lungo affluente del Po) di 313 km e il fiume Oglio (anch’esso affluente del Po) di 280 km.

Laghi italiani

Se chiedete in giro quanti laghi ci siano in Italia, in pochissimi e freschi di geografia vi risponderanno correttamente. Sono più di 1000, infatti, i laghi in Italia, anche se in gran parte artificiali, creati quindi dallo sbarramento delle valli fluviali.

Per quanto riguarda quelli di origine glaciale, vi sono il Lago Maggiore, Il Lago di Como (famoso per i versi di Alessandro Manzoni) e il Lago di Garda.

A proposito del Lago di Garda, questo è il più vasto d’Italia, con una superficie di 368 km quadrati e  158 km di coste. Questo si sviluppa a cavallo tra le regioni del Trentino-Alto Adige, Veneto e Lombardia. Presenta una forma a fiore rovesciato, dove lo stelo si presenta parallelo al fiume Adige, circondato da alte montagne innevate. A sud, invece, è circondato dalle colline moreniche, molto più basse. Il Lago di Garda rappresenta una grande meta turistica e ogni anno è visitato da milioni di persone. Essendo di grandi dimensioni, consente di essere raggiunto facilmente da diverse città del nord, diventando un vero e proprio “mare” per le regioni settentrionali. E’ balneabile e in alcuni punti le correnti consentono anche di praticare sport a vela.

Alcuni laghi italiani sono costieri, separati dal mare da una piccola striscia di terra, come il Lago di Lesina. Vi sono anche laghi vulcanici, che hanno visto riempire d’acqua vulcani ormai spenti da molto tempo, come il Lago di Bolsena, il Lago di Vico e il Lago di Bracciano. Altri, invece, si sono formati per l’avvenuto avvallamento del territorio, come il Lago Trasimeno.